SCOPRI LA NOVITA’ EDITORIALE 2022: “ARCHITETTURA SOSPESA”

La casa sull’albero è l’oggetto architettonico che, più di altri, permette di vivere in accordo con il Creato. Si trasforma al cambiare dei colori delle stagioni e si riempie degli odori e dei rumori della natura, permettendo all’uomo di ritrovare i suoi ritmi, regolandoli in modo simbiotico a ciò che lo circonda. La casa sull’albero è architettura integrata al paesaggio, dove ciò che è costruito dall’uomo non si sovrappone alla natura, ma si somma a essa, fino a fondersi l’uno con l’altra. L’interno e l’esterno della casa si mescolano, e la dimensione verticale si sostituisce a quella orizzontale. L’architettura si aggrappa o si appende all’albero, senza sottometterlo, affidandosi unicamente a lui. Da questa premessa ha preso avvio il Concorso di Idee “Architettura sospesa” bandito dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Pesaro e Urbino, dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Rimini e dall’Ordine degli Ingegneri e Architetti della Repubblica di San Marino, patrocinato da IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura e TOPSCAPE – Rivista internazionale di Architettura del Paesaggio, nel gennaio/febbraio 2021.
Il volume, di nuova pubblicazione, che si apre con testi introduttivi di Maria Luisa Guerrini, Roberta Martufi, Alessandro Ceccarelli, Roberto Ricci, Luca Zanotti, Novella B. Cappelletti, Marco Cillis, Andrea Margaritelli e Mario Pisani, raccoglie il ricco caleidoscopio di proposte, progetti e ipotesi che, con grande attenzione propongono 66 ipotesi di contemporanee case sull’albero, trasformando questa pubblicazione in un’opera straordinariamente unica.

articoli correlati

LE PIETRE D’INCIAMPO

Progetto di Gunter Demnig. Testo di Flavia Pastò In occasione della Giornata della...