“EUROPEAN GREEN CITIES AWARD 2021” L’ITALIA SEGNALA 3 PROGETTI AL PREMIO

Sono tre le importanti realizzazioni, che dal nord al sud rappresentano l’Italia attraverso casi esemplari di parchi urbani segnalati per rappresentare l’Italia al Premio Internazionale “European Green Cities Award 2021”. Si tratta di realizzazioni emblematiche come il Parco CityLife e la Biblioteca degli Alberi, entrambi di Milano, e il Real Bosco di Capodimonte a Napoli, tra questi sarà scelto il candidato nazionale che parteciperà alla selezione finale europea, che al termine di ottobre, designerà il Vincitore.

Il Premio che viene annualmente conferito a un progetto che fa un uso ottimale del valore aggiunto dello spazio verde nell’ambiente urbano rappresenta un’importante iniziativa europea promossa da ENA – European Nurserystock Association, l’associazione europea che riunisce tutte le realtà dedicate al vivaismo su vasta scala e che in Italia è rappresentata da ANVE – Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori, e vede per la prima volta la partecipazione dell’Italia nella Giuria Internazionale, di cui farà parte come delegato da ANVE per l’Italia proprio il Direttore di TOPSCAPE.

Il premio dall’alto valore simbolico e dalla forte visibilità internazionale nasce con l’obiettivo di incoraggiare progetti di aree e infrastrutture verdi, ambiziosi, stimolanti e con forte carattere innovativo, valutando l’impatto del progetto sulla biodiversità, sul cambiamento climatico, sulla coesione sociale e sul benessere psicofisico dei fruitori.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

articoli correlati

PADOVA 10.000 ALBERI – La forestazione urbana per la città che cambia

È sempre più crescente la richiesta da parte delle comunità di spazi da vivere dove praticare attività sportive in strutture dedicate o all’aria aperta, tanto da diventare una vera priorità. In questo ambito è strategica la corretta progettazione di queste infrastrutture che, a fronte di una multifunzionalità sempre più richiesta, sappiano offrire risposte contemporanee allo sport in spazi chiusi o aperti all’insegna della resilienza ambientale e sociale, della sostenibilità e di una polifunzionalità che sappia accogliere forme diverse di sport per il benessere, il gioco e il tempo libero per tutte le abilità: di questo si parlerà a nella 3° sessione del forum dedicata a “SPORTCITY: LE INFRASTRUTTURE PER LO SPORT E PER IL MOVIMENTO NELLA RIQUALIFICAZIONE URBANA E PAESAGGISTICA” in programma il 19 ottobre 2022.

CONVEGNO FORMATIVO PISA 2050: CONNESSIONI VERDEBLU PER LA CITTà DEL FUTURO

È sempre più crescente la richiesta da parte delle comunità di spazi da vivere dove praticare attività sportive in strutture dedicate o all’aria aperta, tanto da diventare una vera priorità. In questo ambito è strategica la corretta progettazione di queste infrastrutture che, a fronte di una multifunzionalità sempre più richiesta, sappiano offrire risposte contemporanee allo sport in spazi chiusi o aperti all’insegna della resilienza ambientale e sociale, della sostenibilità e di una polifunzionalità che sappia accogliere forme diverse di sport per il benessere, il gioco e il tempo libero per tutte le abilità: di questo si parlerà a nella 3° sessione del forum dedicata a “SPORTCITY: LE INFRASTRUTTURE PER LO SPORT E PER IL MOVIMENTO NELLA RIQUALIFICAZIONE URBANA E PAESAGGISTICA” in programma il 19 ottobre 2022.