CAMPING MARINA DI VENEZIA

Oggi l’approccio al turismo registra una crescente richiesta di contatto con la natura, che si può declinare in ricerca di benessere, autenticità, sport, bio, in sintesi wellbeing: tutto ciò ha spostato l’attenzione sul fattore ambiente e in particolare sul paesaggio. In questo scenario i campeggi, a differenza di altre strutture ricettive, godono di un indiscusso valore competitivo perché, immersi nella natura, rappresentano una porta di accesso privilegiata. Tuttavia questa caratteristica appare insufficiente se non è accompagnata dalla strutturazione di servizi di accoglienza capaci di connettere queste risorse all’interno di una pratica immersiva di paesaggio. Ne è dimostrazione a Cavallino Treporti il recente restyling degli spazi aperti del Campeggio Marina di Venezia che, riorganizzando attraverso un disegno complessivo il sistema dei percorsi e dell’accessibilità, definisce un inedito “sistema insediativo” dello spazio aperto, rivolto a una ritrovata attenzione per il paesaggio e la sostenibilità.

articoli correlati

ROOT BENCH

Root Bench è la reinterpretazione della proposta vincente nell’Hangang Art Competition,...

YAGAN SQUARE

All’interno del più grande progetto Perth City Link, nell’Australia occidentale, Yagan...

CANTINA SU’ENTU

L’architettura per la produzione vitivinicola si nutre necessariamente del dialogo fra...

LA FATTORIA DI CASPRI

La Fattoria di Caspri, azienda vitivinicola biodinamica situata nel Valdarno aretino, si...

IL PARCO DI BAGNOLO

A nord-ovest di Conegliano, lungo i versanti delle colline moreniche coperte dai vigneti...

HOTEL PARK DOHA

L’Hotel Park di Doha rappresenta, nonostante le dimensioni, il più grande parco pensile...