BEYOND THE SKY

La differenza tra un normale terrazzo e un “giardino pensile” non è la dimensione dello spazio disponibile, ma la percezione che si otterrà dell’ambiente e la sua vivibilità dopo la trasformazione. Da questo assunto nasce il progetto per un giardino pensile tra i tetti di Milano a firma di Emanuele Bortolotti. Un piccolo gioiello lontano dal rumore del traffico e da viste indiscrete, dove le pannellature fonoassorbenti mascherate dal verde hanno giocato un ruolo fondamentale per garantire la ricostruzione di uno spazio che esplora grazie al silenzio e alla natura una nuova dimensione dell’abitare urbano.

articoli correlati

GIARDINO D’INVERNO

Per la Fondazione Mazzali, struttura residenziale sanitaria assistita a Mantova, Gloria...

ISLAND GARDEN

Ad Albarella, isola immersa nella natura della laguna veneta, nasce e si articola la...

PARCO SENSORIALE

Un desiderio coltivato dalla committenza che ha voluto costruirsi personalmente il...

ROMA CITTÀ-GIARDINO

Negli anni venti a Roma l’architetto urbanista Gustavo Giovannoni progettò il primo...