ACQUA. GIARDINO DI LUCE

La vecchia abitazione del fattore e l’antico fienile ritrovano nel progetto di restauro conservativo l’originaria atmosfera, mentre la destinazione abitativa trova negli elementi del giardino la sua contemporaneità. In un tratto del paesaggio marchigiano, il giardino riconferma la sua vocazione naturale rinforzando la dotazione di piante già esistenti come lecci, pini, ulivi. Ma è alla piscina che si deve l’enfasi del progetto: un rettangolo di cielo sospeso tra il silenzio della collina e il tuffo nel paesaggio.

articoli correlati

IL GIARDINO NEL POZZO

Dalla scoperta di un pozzo di pietra calcarea nel cortile terrazzato di un palazzo...

GIARDINO ALL’ITALIANA

Il restauro del giardino “all’italiana” all’interno delle mura del Castello di Grosso...

IL GIARDINO SVELATO

A Piacenza, il giardino in abbandono di un antico convento ristrutturato, ritrova la sua...

CENTRO STUDI MOLTENI

Un giardino che si fa paesaggio e un paesaggio che si fa silenzio: questa l’idea su cui...