PNRR: 15 MILIARDI PER LA FORESTAZIONE URBANA E LE INFRASTRUTTURE VERDI URBANE

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) prevede all’interno della sezione ‘Piani Integrati – M2C4’ la misura di oltre 15,06 miliardi di euro per la tutela del territorio e della risorsa idrica, attraverso la definizione di diversi ambiti di intervento attraverso azioni di contrasto ai fenomeni di dissesto idrogeologico, fino agli interventi di forestazione urbana e manutenzione straordinaria degli invasi.

La sezione M2C4.1 si articola in particolare attraverso azioni volte a

  • rafforzare la capacità previsionale degli effetti del cambiamento climatico attraverso sistemi avanzati ed integrati di monitoraggio e prevenzione (0.50 miliardi)
  • Prevenire e contrastare gli effetti del cambiamento climatico sui fenomeni di dissesto idrogeologico e sulla vulnerabilità del territorio (8.49 miliardi)
  • salvaguardare la qualità dell’aria e la biodiversità del territorio attraverso la tutela delle aree verdi, del suolo e delle aree marine (1,69 miliardi)
  • garantire la gestione sostenibile delle risorse idriche lungo l’intero ciclo e il miglioramento della qualità ambientale delle acque interne e marittime (4.38 miliardi)

 

INFRASTRUTTURE VERDI URBANE

Alle infrastrutture verdi urbane saranno destinati 330 milioni attraverso interventi di forestazione urbana realizzati nei comuni secondo criteri di abbattimento delle emissioni climalteranti. Relativamente a questo tema, ricordiamo che il Ministero dell’Ambiente ha stanziato 30 milioni di euro per progetti di riforestazione urbana e tutela della biodiversità, 15 milioni per il 2020 e 15 per il 2021.

Le azioni, incluse nella sezione “3.1: Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano”, in linea con le strategie nazionali e comunitarie, prevedono una serie di azioni su larga scala per migliorare la qualità della vita e il benessere dei cittadini attraverso la tutela delle aree verdi esistenti e la creazione di nuove, anche al fine di preservare e valorizzare la biodiversità e i processi ecologici legati alla piena funzionalità degli ecosistemi.

Si prevedono una serie di azioni rivolte principalmente alle 14 città metropolitane, ormai sempre più esposte a problemi legati all’inquinamento atmosferico, all’impatto dei cambiamenti climatici e alla perdita di biodiversità, con evidenti effetti negativi sul benessere e sulla salute dei cittadini. La misura include lo sviluppo di boschi urbani e periurbani, piantando almeno 6,6 milioni di alberi (per 6.600 ettari di foreste urbane).

 

Per approfondimenti:

INVESTIMENTO 3.1 TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL VERDE URBANO ED EXTRAURBANO – PIANO DI FORESTAZIONE URBANA ED EXTRAURBANA

articoli correlati

PUBBLICATE LE LINEE GUIDA IN MATERIA DI IMPIANTI AGRIVOLTAICO

Pubblicato e disponibile nel sito del Ministero dalla Transizione Ecologica, il documento “Linee Guida in materia di Impianti Agrivoltaici”. Contestualmente il MITE ha lanciato una consultazione pubblica sulla misura del PNRR finalizzata ad incentivare con contributi a fondo perduto fino al 40% per la realizzazione di impianti agrivoltaici. I soggetti interessati sono invitati a rispondere entro il 12 luglio 2022.

AL VIA IL SIMPOSIO INTERNAZIONALE CITYSCAPE – 16 – 17 GIUGNO, TRIENNALE DI MILANO

“Il progetto del paesaggio come energia per il cambiamento climatico, la resilienza urbana e sociale” sarà il tema centrale del Simposio Internazionale City ‘Scape: City_Energy&Tourism Landscape che svolgerà giovedì 16 e venerdì 17 giugno 2022 nella prestigiosa sede del Salone d’Onore della Triennale di Milano in viale Alemagna 6.